http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/film/westandsoda.jpgIn un piccolo e sperduto villaggio del Far West a farla da padrone è un ricco proprietario terriero chiamato il Cattivissimo, in grado di aver il pieno controllo sulla cittadina facendo leva sulla paura che riesce ad incutere grazie alle continue vessazioni. Con i suoi continui soprusi tenta di impossessarsi dell'unico appezzamento di terreno fertile di tutta la vallata, di proprietà di Clementina e per riuscirci si avvale dell'aiuto di due pessimi elementi, Ursus e Slim, lo Smilzo. 
L'umile ranch di Clementina è popolato da tre mucche pettegole che producono il latte direttamente in bottiglia, una gallina ed il cane Socrate, un vero barbone non solo per la razza d'appartenenza, amante del whisky e perennemente ubriaco; a sconvolgere la quotidianità della vita agricola è l'arrivo di Johnny un cowboy dalla mira infallibile, ma pieno di complessi e decisamente restio all'uso della violenza. L'antitesi del supereroe subito preso in simpatia da Clementina che finirà per invaghirsene scatenando le ire del Cattivissimo; Johnny è ora inevitabilmente il bersaglio delle angherie dei tre manigoldi che raggiungeranno il culmine con una rissa nel saloon di Esmeralda, altro personaggio equivoco e sui generis. Durante la lite il prode cowboy perderà un pepita attirando l'avido interesse del Cattivissimo che deciderà di farlo catturare e sottoporre alla tortura delle formiche del deserto per scoprire l'esatta ubicazione della miniera. 
Neanche questo riesce a scuotere l'apatico cowboy che però esploderà quando il Cattivissimo con l'aiuto di Esmeralda farà rapire Clementina incendiandole il ranch; è la classica goccia che fa traboccare il vaso, ma soprattutto fa scatenare l'ira di Johnny che in un epico combattimento alla mezzogiorno di fuoco regolerà i conti con i tre malvagi antagonisti.

West and Soda è il primo vero lungometraggio d'animazione realizzato in Italia 16 anni dopo un paio di tentativi ben riusciti come La Rosa di Bagdad e I fratelli Dinamite. L'idea di girare un lungometraggio animato viene al docente e amico di Bozzetto, Attilio Giovannini che in fase di realizzazione ricoprirà il ruolo di aiuto regista; in quel periodo l'animazione era quasi esclusivamente quella della Disney con le sue favole, genere poco consono a Bozzetto che da grande appassionato di film western capì subito qual'era il genere di soggetto da utilizzare. 
West and soda può considerarsi come un precursore degli spaghetti western: uscito dopo Per un pugno di dollari di Sergio Leone, ma pensato ed ideato ben due anni prima, il tempo occorso per poterlo realizzare. Girato con la tecnica chiamata Eastmancolor all'epoca fortemente sperimentale tanto da richiedere continuamente una verifica sul girato, costringendo a rifare più volte lo stesso lavoro. Per la realizzazione del lungometraggio Bruno Bozzetto si avvalse di un gruppo di tecnici di tutto rispetto dalla comprovata esperienza e capacità, per ricoprire i ruoli di direttore delle animazioni e dei lay-out, ripresa e direzione artistica. Pregevole l'apporto dello scenografo Mulazzani che con i suoi splendidi sfondi stilizzati aumentò lo spirito artistico del film.

Caratterizzato da un disegno semplice e privo dei fronzoli disneyani, ma allo stesso tempo efficace per l'accuratezza usata da Bozzetto nell'evidenziare i particolari e gli effetti speciali, vedi il luccichio delle pepite d'oro, l'abbagliante luminosità del sole o la polvere sollevata dai cavalli al galoppo. Accuratezza usata senza alcuna parsimonia anche nel descrivere la psicologia e gli stati d'animo dei personaggi (la scena che sottolinea l'invaghimento di Clementina per Johnny si svolge al chiaro di luna sulla terrazza dove i due prendono il fresco ascoltando il frinire delle cicale ed è uno degli esempi più evidenti ed esplicativi) e nello sviluppare i dialoghi. La caratterizzazione dei personaggi non è eccessivamente evidente, ma contribuisce a creare la giusta ambientazione: Johnny è l'antieroe dal cappello perennemente calato sulla fronte e il mozzicone di sigaretta che più che ciondolare dalla bocca, come nella migliore tradizione del Far West, sembra essere incollato al labbro. Non meno particolari sono i suoi antagonisti come lo Smilzo dai lineamenti spigolosi e la barba incolta (Bozzetto si ispirò all'attore americano Jack Palance nel disegnarlo) o la continua strizzata d'occhi del Cattivissimo con il sigaro rigirato nervosamente fra i denti.
Vicino forse più ai vecchi film muti che alle parodie western West and Soda segue una precisa struttura narrativa e grazie ad una sceneggiatura convincente lo si può considerare un cult movie nel genere spaghetti western che non sfigura se accostato ai film di Sergio Leone. La storia oltre ad essere ben raccontata è anche infarcita di situazioni grottesche e trovate comiche geniali come il contachilometri presente sul cavallo di Johnny, il Cattivissimo che ha una carrozza munita del clacson presente sulle fuoriserie americane ed un ronzino che si ritrova una zampa a terra perché forata. Spettacolare la scena in cui Johnny rinnova il guardaroba immerso in una luce da palcoscenico come una star hollywoodiana.

West and Soda è indubbiamente divertente per la presenza di alcuni elementi fondamentali: una storia efficace condita da trovate comiche al limite del surreale che sfruttano l'effetto sorpresa sullo spettatore. L'altro elemento che contribuisce alla riuscita del film è dato dai personaggi, azzeccati nel riproporre i canoni tipici del western (gli indiani, i cattivi, l'eroe buono ma complesso, la bella in pericolo ed il saloon), ma arricchiti da particolari ironici. Perfettamente amalgamati questi ingredienti riescono a far trasparire in pieno l'essenza del film fatta di umorismo in varie tonalità, ambientazioni e paradossi, il tutto arricchito da una eccellente colonna sonora che sottolinea ancora una volta l'appartenenza al genere western.

WEST AND SODA

Titolo originale: West and Soda.
Nazionalità: Italia.
Genere: animazione.
Regia: Bruno Bozzetto; 
Sceneggiatura: Bruno Bozzetto, Attilio Giovannini; 
Musiche: Giampiero Boneschi; 
Direzione artistica: Giovanni Mulazzani; 
Durata: 86minuti;.
Anno di realizzazione: 1965
Produzione: Audiovisivi San Paolo – Italia

http://www.copertinedvd.org/copertine/West_and_soda.jpg

DATI DVD
Anno di uscita: 2005
Lingue: Italiano 5.1 e 2.0
Sottotitoli: inglese, italiano per non udenti
Formato video: 1.33:1
Formato Audio: 5.1 e 2.0
Features:
Accesso Diretto alle Scene.
Menù Interattivi.
Galleria dei Disegni (Storyboard) .
Contenuti Extra
un filmato di circa 30 minuti, diviso in capitoli, contiene i commenti di Bruno Bozzetto, Guido Manuli, Giovanni Mulazzani, Giuseppe Laganà e Luciano Marzetti.
Rodovetri e fumetti.
Note biografiche .   

Torna alla home