Vedere i video di YouTube bloccati nel tuo Paese con ProxMate e Proxtube

Pubblicato il da webwriter

http://ziogeek.com/wp-content/uploads/2012/05/image9.pngSiamo spiacenti, ma il video non è stato reso disponibile nel suo paese!

Quante volte vi è capitato di leggere questo messaggio cercando video su Youtube? Una fastidiosa restrizione quella del blocco del player su determinate aree geografiche, una scelta quasi sempre motivata da questioni di copyright.

I limiti e i divieti, si sa, sono poco graditi dal popolo del web ed è per questo che non poteva che saltar fuori un sistema per bypassare questa restrizione.

Nello specifico si tratta di due differenti componenti aggiuntivi da installare sul nostro browser.

http://ziogeek.com/wp-content/uploads/2012/05/132941047656534.jpg

Sto parlando di ProxMate, semplice e pratico add-on scaricabile in versione per Mozilla Firefox e per Google Chorme.
L'installazione segue la classica procedura di tutti i componenti aggiuntivi ed è comunque chiaramente spiegata nelle pagine di download. Una volta terminata non resta che attivare il plugin ed automaticamente verrà aggirato il blocco che ci impediva di visualizzare il video.
 

ProxMate sblocca i canali di Youtube e, aspetto interessante, è possibile utilizzarlo anche su GrooveShark.

 

http://lh4.ggpht.com/-5tlsGQ8kyDI/Tp2J1xgvW3I/AAAAAAAAQWY/biJj3e22jMQ/image%25255B4%25255D.png?imgmax=800Il secondo add-on preso in esame è ProxTube e funziona esattamente come ProxMate.

Stessa procedura di download, installazione e funzionamento.
E' possibile scaricarlo dal sito ufficiale. ed è compatibile con Firefox versione 4 e successive, Chrome versione 10 o successive.

Attualmente aggira il blocco ai video di YouTube previste dalla Germania, Olanda e Spagna.

 

Come funzionano?
Abbiamo visto come si scaricano e installano, ma come riesce un piccolo componente per il browser ad aggirare queste odiose restrizioni?

ProxMate e Proxtube non sono altro che dei proxy appositamente realizzati per Youtube; in pratica ogni qual volta rilevano un video bloccato generano un indirizzo IP differente da quello che realmente stiamo utilizzando.
In questo modo il noto canale di video sharing "ci darà" l'ok per la visualizzazione considerandoci provenienti da una nazione che non prevede restrizioni per quello specifico videoclip.

Con tag Guide

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post