Stop Al Telemarketing con il Registro Pubblico Delle Opposizioni

Pubblicato il da webwriter

“Vuole cambiare gestore per la fornitura del gas e dell'energia elettrica?” Desidera conoscere le nostre ultime offerte su telefonia mobile, fissa ed internet?”

 
Quante volte vi capita di ricevere questo tipo di telefonate durante la settimana? Personalmente sento discorsi di questo tipo almeno una volta al giorno e la promessa è sempre la stessa: risparmiare, anche piccole somme, sui consumi mensili fissi.
Quello che ho appena raccontato in modo stringato è solo l'aspetto finale di un mondo ben più complesso ed articolato. Un mondo fatto di gioie e dolori per gli utenti, ma anche (spesso) per chi ci lavora. Senza scendere nei particolari dei call center (su questa realtà ci sarebbe da scrivere tanto) è fuori di dubbio che la quantità di telefonate di marketing che una famiglia riceve ogni mese sta diventando sempre più elevata.
Si, perché accanto a quelle accennate all'inizio se ne aggiungono anche altre e su prodotti sicuramente meno importanti del gas e della luce. Si passa dalla vendita di vini, alla fornitura di surgelati consegnati a domicilio per poi finire su prodotti per la cura del corpo. Ovviamente è immancabile il continuo tentativo di convincerci che non possiamo più vivere senza possedere un abbonamento alla pay tv.

Quello che però realmente infastidisce non è il prodotto commercializzato, ma il persistente e continuato tentativo di convincimento a cambiare, acquistare e provare qualcosa.
Così come a volte, forse spesso, disturba l'atteggiamento di chi ce lo propone.
Nonostante tutto si tira avanti provando a rispondere educatamente, ma in maniera ferma per troncare sul nascere la discussione. Questo perché sono sempre ragazzi, solitamente mal pagati e con orari lavorativi infami, che cercano di sbarcare il lunario o avere una entrata in più.
Ma...perché c'è sempre un Ma. 
Non a tutti fa piacere quella che, diciamolo pure, sta diventando una notevole e soprattutto costante rottura di scatole.
Un tempo per ricevere questo tipo di telefonate bisognava dare il consenso all'uso del proprio nominativo e del proprio numero di telefono. Da qualche anno le cose sono cambiate e bisogna fare l'esatto contrario.
Siamo infatti noi utenti a dover bloccare l'uso dei nostri dati per non ricevere telefonate di marketing. Una rivoluzione nelle procedure alquanto anomala e molto italiana, soprattutto per la poca informazione fornita agli utenti.

 

A CHI RIVOLGERSI?

Registro_Pubblico_delle_Opposizioni_logo_big--1-.jpg

Esiste una struttura appositamente creata per tutelare i cittadini che decidono di non ricevere telefonate commerciali e per ricerche di mercato. Questa è il Registro Pubblico delle Opposizioni, istituito con il DPR 178/2010 e gestito dalla Fondazione Bordoni sotto il controllo del Ministero dello Sviluppo Economico.
Il servizio è gratuito e si rivolge agli abbonati ovvero ai cittadini presenti negli elenchi telefonici pubblici. La procedura per escludere un nominativo da qualsiasi elenco utilizzabile per il marketing telefonico è semplice e facilmente fruibile, ed è attivabile attraverso cinque differenti modalità.

 


Modalità web.

Avviene attraverso la compilazione di un modulo presente sul sito del Registro Pubblico delle Opposizioni al seguente indirizzo: https://abbonati.registrodelleopposizioni.it/abbonati.jk/manage_users.jsp

Posta elettronica.

Basta inviare una email a abbonati.rpo@fub.it indicando i seguenti dati: utenza telefonica da iscrivere, nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, email. 

Nel sito del Registro Pubblico delle Opposizioni è presente una guida alla compilazione del modulo.
Telefono.

Per effettuare l'iscrizione tramite telefono bisogna chiamare il Numero verde 800.265.265 fornendo i seguenti dati: nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale e l'email (facoltativa) .

Lettera raccomandata.

Per questa modalità non bisogna far altro che compilare un apposito modulo scaricabile dal sito indicando l'utenza telefonica da iscrivere specificando l’operazione richiesta “ISCRIZIONE”, il codice fiscale e l'email (facoltativa).

La richiesta va completata allegando una copia del documento di riconoscimento.

Il tutto deve essere spedito a:

“GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – ABBONATI”

UFFICIO ROMA NOMENTANO

CASELLA POSTALE 7211

00162 ROMA RM

Fax.

Non bisogna far altro che inviare un fax al numero 06.54224822 indicando l'utenza telefonica da iscrivere specificando l’operazione richiesta “ISCRIZIONE”, il codice fiscale e l'email (facoltativa).

Va allegata una copia del documento di riconoscimento.

NOTA. Per ogni modalità di invio della richiesta di inserimento nel Registro Pubblico delle Opposizioni è previsto l'invio di una email di conferma della presa in carico della richiesta. Questo ovviamente avviene se si allega alla documentazione una propria email.

 

REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI: IL SITO
Le procedure fino ad ora descritte sono ovviamente presenti sul sito ufficiale dove potete trovare anche la modulistica che vi aiuterà nella compilazione della procedura di registrazione che deciderete di utilizzare.
Per ogni voce è inoltre indicata la modalità da seguire per l'aggiornamento delle informazioni fornite e per la revocare l'iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni.
Il sito è raggiungibile al seguente indirizzo: http://www.registrodelleopposizioni.it/

 

 

Articolo da me pubblicato su Paid2Write.org

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post