Pointdeal, un e-commerce da evitare

Pubblicato il da webwriter

Il primo impatto è stato quello del progetto messo su alla svelta ed alla buona, visto che per molti prodotti in vendita mancava la descrizione o era in danese (la casa madre di questo progetto è locata ad Aalborg - Danimarca), in molti casi non c'era nemmeno uno straccio di fotografia che facesse capire meglio le caratteristiche del prodotto. Ho imputato queste carenze alla fretta che come si suol dire è cattiva consigliera, ma visitando il sito in periodi successivi mi sono reso conto che è cambiato ben poco.

pointdeal.it P1020370 - pointdeal.it
Facendo attenzione si nota che la confezione del rasoio Gilette è zuppa di bagnoschiuma

COSTI 

Premesso che non ho un particolare interesse nei confronti dei videogame e dei gadget, anche se questi ultimi a volte riescono ad incuriosirmi ed attrarmi, ho comunque dato una bella ed accurata guardata agli oggetti in catalogo perché non si sa mai che cosa si può trovare. Ovviamente ho fatto un raffronto con altri siti di e-commerce, soprattutto con uno, quello più famoso. Una differenza di prezzi in alcuni casi talmente elevata da lasciare a bocca aperta. Ok si può spiegare dalla poca clientela e dall'essere all'inizio...forse.

SPESE DI SPEDIZIONE 

Altra, ennesima, nota dolente visto che sono pari a 12Euro, in molti casi quasi quanto o più del prezzo dell'oggetto che si vuole comprare. In realtà la possibilità di non pagarle è legata all'acquisto in prova per 5 giorni, a solo 1 euro, dell'abbonamento VIP su Pointshop. Questo abbonamento permette di accumulare una quantità di punti maggiore rispetto all'essere utente normale e di norma ha un costo di 45 euro mensili.

PERCHÈ HO ACQUISTATO 

Ho preso in considerazione Pointdeal perché associato al sito Pointshop (sito di cashback) sul quale, a Natale 2012, ho vinto tre buoni sconti da 12 euro. Aggiungendo 1 euro avrei avuto l'abbonamento vip di prova a Pointshop ed eliminato le spese di spedizione.Messa così la faccenda assumeva tutto un altro aspetto e i due oggetti che ho deciso di comprare con il primo dei tre voucher vinti mi erano utili. Tirando le somme avrei dovuto spendere soltanto 7Euro. 

PRONTI, PARTENZA, VIA: INIZIA LA DISAVVENTURA

9 GENNAIO 2013 

Effettuo l'ordine su Poindeal, dopo aver anche disturbato mi sorella perché io non ho carta di credito e il sito non accetta Paypal ePostepay. Poco male, questo è il minore dei mali capitato in questa lunga e snervante vicenda. Dopo aver ricevuto le email di conferma arriva quella con il riepilogo dell'ordine nella quale leggo: 
Il tuo ordine verrà spedito nell'arco della giornata odierna al seguente indirizzo

I giorni però passano e non vedendo arrivare un bel niente decido di scrivere all'assistenza, attraverso il form presente sul sito. Per tutta risposta mi viene fornito un link dal quale scaricare un documento PDF da stampare, compilare e spedire, mezzo raccomandata o in formato elettronico tramite il form. 
Ed ha così inizio il festival dell'assurdo. 

Già questa procedura è farraginosa, con troppi passaggi e destinata a far perdere un mucchio di tempo all'utente, immaginate se poi l'addetto all'assistenza vi fa scarica il documento in danese prima e in spagnolo poi... Altri 5 giorni persi per poter avere sto benedetto documento, con l'assicurazione, da parte loro, che avrei ricevuto il pacco dopo SOLO NOVE GIORNI dall'invio del modulo.

15 FEBBRAIO 2013 - 1 MARZO 2013 

Ammetto di aver perso del tempo io, nello stamparlo/compilarlo/scansionarlo/rispedirlo, ma che volete mi capita di aver anche altro da fare oltre all'esser sfortunato, visto che in quel periodo mi ritrovavo privo di una stampante e mi sono dovuto arrangiare. 
In ogni caso provvedo e lo faccio presente all'assistenza che, anche stavolta, non capisce una benedetta cippalippa. Ecco quindi altre due email e conseguente perdita di tempo (giorni) per spiegare che ho inviato il benedetto pdf tramite il form apposito.

11 APRILE 2013 

"Ad oggi non ho ancora ricevuto quanto acquistato il 19 gennaio. Invio nuovamente, tramite il form presente sul sito Pointdeal, il documento per dichiarare lo smarrimento del prodotto, con i miei dati e quelli relativi all'acquisto. 
Desidererei sapere se e quando avrò questi benedetti oggetti, diversamente ditelo chiaramente che non mi verranno mai recapitati ed evito di perdere ulteriore tempo. Distinti saluti "

Visto che ero ancora in attesa di questo benedetto pacco ho impiegato il tempo inviando, per la seconda volta, il famigerato PDF ad un'assistenza che, per l'ennesima volta, non ha capito nulla di quanto scritto. Tanto è vero che è intercorso uno scambio di tre email per far comprendere la situazione.

04 MAGGIO 2013. SONO IL POSTINO C'È UN PACCO PER LEI 

..arriva dalla Danimarca, ma visto che è voluminoso e non posso metterlo nella cassetta postale lo poggio sopra. La volevo avvisare così può scendere a prenderlo. 

Avevo perso ogni speranza oramai, ma pensare che mi hanno spedito quanto dovuto per posta ordinaria mi ha lasciato ulteriormente di sasso. Poco importa, questa sciagura è finita e posso evitare di incavolarmi più di quanto fatto fino ad ora. 

 

E no caro Andrea, la fregatura è ancora in agguato e volteggia fiera sulla tua testa come la nuvoletta di Fantozzi. Si perché il pacco è arrivato, ma appunto... è un pacco!!! Nel senso che è arrivata la metà della roba acquistata. 

 

Comprando su altri negozi online, nel caso di mancata disponibilità della merce, sono sempre stato avvertito per email e in tempi rapidissimi (a dire il vero questo contrattempo mi è successo una volta sola). Con questa gente invece funziona che dovrò essere io ad aprire l'ennesimo ticket all'assistenza che, tanto per cambiare, non capirà un bel niente visto che l'italiano probabilmente lo conoscono tramite Google translate.

"Il pacco è arrivato oggi, ma manca una parte delle cose che ho acquistato. Per la precisione manca il set Gillette/Schwarzkopf Super Set Razor + Gel + Shampoo. Arriverà in un secondo momento? Non arriverà mai? E non si usa avvisare che la spedizione fatta non rispecchia quanto acquistato?"

Risposta del centro assistenza: "Cordiali saluti."

 

Ometto di trascrivere cosa ho pensato e detto ed evito anche di riportare il testo delle successive email perché, a questo punto, me ne sono fregato altamente delle buone maniere e della merce che mi spettava. Qua la presa per i fondelli era talmente esagerata da giustificare qualsiasi tipo di ingiuria (in ogni caso mi sono mantenuto nei limiti del quasi civile).

13 MAGGIO 2013 

Dopo un rapido scambio di email, cinque per la precisione, finalmente risponde un'addetta che sembra comprendere che la merce consegnatami era solo una parte di quella pagata ben QUATTRO MESI PRIMA.

24 MAGGIO 2013 

Nuova bussata al citofono del postino e, con non poca ansia, scendo a vedere se ho finalmente ricevuto quanto mi spetta. Si, evviva c'è tutto, ma... Ebbene si Pointdeal non ha voluto smentire la propria inefficienza fino all'ultimo, regalandomi l'ennesima brutta sorpresa. 


Aspettavo un set, rivelatosi poi tre oggetti distinti, di rasoio Gilette, gel per i capelli e bagno schiuma Wella. Secondo voi una persona con un minimo di funzionalità mentale non li conserverebbe in una bustina o meglio ancora li sigillerebbe con dello scotch o nastro adesivo? Poco carino da vedere, ma visto che i tre oggetti non erano in una confezione rigida la possibilità che il contenuto di uno di questi si possa versare non è tanto campata in aria. 


Ovviamente è quello che si è verificato al centro di smistamento di Roma. 
Ora non so fino a che punto le poste italiche siano corree di questo casotto, fatto sta che con un po' di attenzione si poteva prevenire senza alcun problema.

ADDIO POINTDEAL 

Credo non serva aggiungere altro se non che Pointdeal è il peggior sito e-commerce che ho avuto modo di utilizzare sul web. 
Prezzi elevati, assistenza indegna e inetta, mancanza di professionalità che raggiunge livelli elevatissimi, servizio scadente su tutta la linea. 
A mai più signori, a mai più!

Nota ovviamente ho possibilità di mostrare i vari ticket aperti e le comunicazioni con il centro di assistenza. Sono ancora online, ma provvederò anche a fare qualche screenshot, per dimostrare che questa è una critica motivata.

Pointdeal, un e-commerce da evitare

Con tag e-commerce

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Davide Sciacchitano 08/23/2016 11:11

Io ho deciso di aprire un e-commerce, dato che produco e vendo da sempre piccoli oggetti artigianali in legno. Vendendo online ho moltiplicato le mie vendite praticamente a costo zero, mi sono affidato ad una agenzia specializzata che ha curato sia la creazione del sito che il suo posizionamento su Google.